Le donne e il colore negli ambienti domestici: giallo, verde e blu sono le tinte scelte dalle italiane

Il colore ha un ruolo essenziale nella vita di ciascuno, è un elemento dalla forza inaspettata, in grado sia di esprimere identità e stati d’animo, sia di agire attivamente sull’emotività e l’umore della persona. Questo è quanto emerge dalla ricerca “Gli stili emotivi dell’abitare” di Sigma Coatings, brand di PPG Univer Spa, che rappresenta una delle realtà italiane più all’avanguardia nell’ambito delle pitture per edilizia.

A partire da questa ricerca, di carattere quali-quantitativo (etnografico e CAWI) e multidisciplinare (psicologico, sociologico e antropologico), Sigma Coatings ha approfondito il rapporto che esiste tra le donne, il colore e le loro case; un legame estremamente ricco, profondo e personale.

Casa e colore: per le donne italiane sono elementi complementari

Il 79% delle donne intervistate dà molta importanza ai colori utilizzati in casa. Questo accade perché associano il colore all’emotività (22%), alla creatività (19%) e all’energia (17%), ossia ad una sfera estremamente intima, feconda e vitale della propria persona, una sfera che trova libera espressione nel luogo più personale che ci sia, la propria casa. Non per niente, gran parte delle donne intervistate si trovano estremamente d’accordo nell’affermare quanto sia “fondamentale la presenza dei propri colori preferiti in casa”, di elementi cioè, che sappiano trasmettere “un senso di sicurezza e familiarità” all’interno della propria dimora.

La tavolozza delle case delle italiane

Con le loro preferenze cromatiche domestiche, le italiane dipingono l’Italia di mille sfumature, da nord a sud. Al nord prediligono il giallo (26%), colore che associano all’allegria (23%), al calore (23%) e alla solarità (13%); seguono, per dare calore, altre tonalità calde, come l’arancione (25%) e il rosso (20%), rispettivamente sinonimo di allegria (19%) ed energia (22%). Sfumature che le italiane preferiscono utilizzare nelle zone della casa dedicate alla condivisione, come la cucina e il living.

Anche tra le donne del centro il giallo riscuote molto successo (8%), ma è in queste zone che comincia a farsi largo la più fresca e riposante tonalità del verde (11%), un colore che viene associato alla sfera della serenità (28%) e della tranquillità (24%), e che investe le pareti di casa delle zone dedicate al relax, come ad esempio le camere da letto e il soggiorno.

Il cuore delle donne del sud e delle isole, invece, si divide in due. Da un lato, non può non essere rapito dalle sfumature di blu e azzurro (14%), chiaro richiamo al mare con cui sono cresciute; dall’altro, risalta la preferenza per il rosso (12%), colore di passione (19%). Ma mentre i primi due sono tinte che hanno la dote di portare serenità (32%) e tranquillità (39%),  ideali per conciliare il riposo nelle camere da letto, il rosso è quel colore capace di generare allegria in una buona fetta delle intervistate (11%), che lo impiegano principalmente nei soggiorni.

Il colore è davvero l’elemento che sa rendere vive le nostre case, cioè che le trasforma in uno spazio del vissuto personale. Dalla ricerca emerge che la semplice consulenza commerciale non è più sufficiente per poter dare adeguata risposta al “mercato psicologico” del colore. Occorrono infatti risposte cromatiche innovative, che, attraverso un utilizzo funzionale e consapevole del colore, sfruttino al massimo le sue potenzialità benefiche, riportando al centro del progetto l’individuo e il suo benessere.