Meno spreco alimentare, più solidarietà: a Fisciano una cena per celebrare i 30 anni della Fondazione Banco Alimentare

Solidarietà, lotta allo spreco alimentare e amicizia. Sono questi i valori che hanno animato la cena-evento “Compagno di banco” organizzata dal Banco Alimentare Campania Onlus per celebrare i 30 anni di attività della Fondazione Banco Alimentare nazionale.

Il Banco Alimentare Campania Onlus è l’unica organizzazione in Regione appartenente alla Rete Banco Alimentare Nazionale. Ogni giorno, l’Organizzazione recupera prodotti alimentari integri e non scaduti destinati alla distruzione perché non più commercializzabili (a causa di eccedenze di produzione, rotture delle confezioni, stagionalità, errori di confezionamento, fine promozione) e li ridistribuisce ad una rete di strutture caritative accreditate, assistendo più di 152.000 persone ogni mese.

Per celebrare il trentesimo anniversario di attività a livello nazionale, il Banco Alimentare Campania Onlus ha organizzato una cena-evento nei locali della sede logistica di Fisciano. Ovviamente, il menù della serata era interamente a base di alimenti non più commercializzabili: pasta, carne, formaggi, vino e bevande recuperate dai volontari del Banco. L’evento ha riunito le Istituzioni Pubbliche, le Associazioni, le Università e gli Enti di Ricerca che da tempo collaborano e sostengono le iniziative dell’Organizzazione.

Roberto Tuorto, direttore del Banco Alimentare Campania Onlus, ha salutato i “compagni di Banco” ricordando le parole di Papa Francesco alla Federazione Europea Banchi Alimentari: “Combattete lo spreco alimentare recuperando quello che andrebbe perduto. Fate un po’ come gli alberi, che respirano inquinamento e restituiscono ossigeno. E, come gli alberi, non trattenete l’ossigeno: distribuite ciò che è necessario per vivere perché sia dato a chi ne ha più bisogno”.

Nel corso della cena, infatti, il Banco Alimentare Campania Onlus ha voluto omaggiare con un attestato di amicizia, realizzato anch’esso con materiali di recupero, i “compagni di Banco” che hanno sostenuto con particolare passione ed impegno le attività dell’Organizzazione. Il primo a ricevere questo riconoscimento è stato il Presidente della IV Commissione Regionale della Campania Luca Cascone. E’ stata la volta poi del professor Orlando Paciello, Presidente dell’Ordine dei Veterinari della Provincia di Salerno, e dei dottori Morena e Caputo. Attestato di amicizia consegnati anche al dottor Domenico della Porta, Direttore del Dipartimento di Prevenzione ASL Salerno, ed al professor Gaetano Oliva, direttore del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università Federico II di Napoli.  

La cena, allietata dal sottofondo musicale dei Borboni, è proseguita con l’intervento del governatore del distretto Lions 108 YA, il dott. Paolo Gattola che, a nome di tutti i soci, ha consegnato al direttore Tuorto un assegno del valore di 16548 euro quale    contributo alle iniziative che il Banco Alimentare Campania Onlus porta avanti in Campania.

Presente il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli che ha ribadito la collaborazione degli Enti Locali per le attività solidali del Banco Alimentare capaci di restituire speranza a coloro che sono in difficoltà. Di servizio a favore della comunità ha parlato anche l’Onorevole Maria Chiara Gadda, firmataria nel 2016 di una legge per la limitazione degli sprechi che ha rivoluzionato il sistema di recupero di cibo e farmaci a fini di solidarietà.  

Al termine della serata, il Direttore Roberto Tuorto ha ringraziato tutti i “compagni di Banco” che hanno supportato, sostenuto e accompagnato il Banco Alimentare nelle sue attività di tutti i giorni. “Questa serata sancisce i primi trent’anni dell’Associazione, ma è anche l’inizio del trentunesimo anno: grazie all’aiuto di decine di volontari ed al sostegno di tutti i nostri compagni, il Banco è pronto ad affrontare molti altri anni di impegno, solidarietà, condivisione ed amicizia”.